Articoli marcati con tag ‘Mediakeys Italia’

EXPO 2015: un’opportunità reale per la comunicazione? Il parere di Maria Clotilde Spallarossa

Le aziende italiane avranno sicuramente in quei mesi buone opportunità di business, grazie ai visitatori italiani ma soprattutto stranieri che affolleranno Milano e l’Italia in generale. Molti dei nostri clienti operano nel mondo fashion e, come è noto, buona percentuale... Leggi il resto di questo articolo »

Fuori dal coro: Cuore e passione nel lavoro di Maria Clotilde Spallarossa

Un quesito davvero difficile. Soprattutto per quanto concerne la formazione. La mia sensazione è che non appena si è acquisito un nuovo skill non serve già più o quasi. Si insegue il nuovo, ma è tutto così in rapida evoluzione che ognuno di noi forse deve trovare un sistema per capire cosa è utile davvero e cosa non lo è... Leggi il resto di questo articolo »

New business or old business…come cerchi i clienti?: il parere di Maria Clotilde Spallarossa

Credo non esista una netta distinzione tra vecchio e nuovo modo di svolgere questa attività così delicata per l’agenzia. Esiste uno stile che contraddistingue già all’inizio l’azienda e i suoi valori. Gli strumenti ad oggi disponibili sono diversi. La “vecchia” mail fa ormai poca presa... Leggi il resto di questo articolo »

Dall’impatto visivo all’impatto sociale: le nuove modalità di comunicazione delle affissioni pubblicitarie

Affiggere manifesti rappresenta una delle forme più antiche di comunicazione, quella più immediata. Cosa c’è di meglio che andare in strada, incontro al mio consumatore, per dirgli che esiste un prodotto o servizio che fa al caso suo? Quel vecchio adagio che diceva “la pubblicità è l’anima del commercio” resta sempre attuale! Leggi il resto di questo articolo »

Sotto il vestito, niente: è ancora così? Il parere di Maria Clotilde Spallarossa

La provocazione a mio parere c’è quando l’oggetto, il servizio da comunicare, non ha attinenza col mondo femminile. Pubblicizzare un silicone utilizzando l’immagine di una donna nuda dentro una doccia mi sembra non solo provocazione, stereotipo etc ma soprattutto banale. Leggi il resto di questo articolo »