Articoli marcati con tag ‘Fiat’

Ad Asti in mostra le storie dell’Italia che ce l’ha fatta

Sino al 3 novembre i tre palazzi storici della città Mazzetti, Alfieri ed Ottolenghi ospitano la rassegna “La Rinascita, Storie dell’Italia che ce l’ha fatta, 1945-1970”.  Attraverso un percorso articolato in quinquenni viene raccontato il repentino cambiamento che ha portato l’Italia prostrata dalla Seconda Guerra Mondiale alla fiducia incondizionata per la nuova modernità.

Ad Asti in mostra le storie dell'Italia che ce l'ha fatta Candy di Pietro Geranzani 1954Ad Asti in mostra le storie dell'Italia che ce l'ha fatta Oggetti in cassetta di legno incollata su cartone 1960Ad Asti in mostra le storie dell'Italia che ce l'ha fatta Erberto Carboni 1952 per BarillaAd Asti in mostra le storie dell'Italia che ce l'ha fatta Fiat 600, 1955Ad Asti in mostra le storie dell'Italia che ce l'ha fatta La sala Moplen alla Fiera di Milano 1957Ad Asti in mostra le storie dell'Italia che ce l'ha fatta calcio-umberto agnelli presidente-della-federazione-italiana-gioco-calcio-e-della-juventus-1959

Gli annunci più popolari su Youtube del 2012

YouTube è il terzo sito più visitato al mondo dopo Google e Facebook. Ovviamente i brands hanno approfittato di questo canale per promuovere i loro prodotti e servizi. Ecco alcune delle pubblicità più popolari realizzate nel 2012.





via www.businessinsider.com

Le auto in festa

Le case automobilistiche ogni anno in occasione delle festività natalizie realizzano delle campagne pubblicitarie che non necessariamente mostrano il prodotto ma è solo per augurare ai propri e futuri clienti un buon natale e felice anno nuovo.

Superfad crea un video di animazione di 2D e 3D per la Fiat 500

La  società di produzione  Superfad ha creato un video che miscela animazione in 2D e 3D e porta di 60 secondi lo spettatore in un viaggio grafico per il lancio del nuovo Beach Cruiser e Cafe Racer Fiat 500.


Le foto/illustrazioni di Dave Hill

Dave Hill è un giovane artista americano che realizza foto/illustrazioni estremamente spettacolari. Le sue immagini hanno raggiunto una tale popolarità che molti cercano di imitare “l’effetto Dave Hill“. La sua caratteristica principale è il lavoro che realizza in post-produzione trasformando gli scatti in immagini che sembrano quasi dei disegni.