Flash

Andare oltre alle parole d’ordine

I risultati dell’Indagine rispecchiano in modo chiaro il sentire comune: le persone comuni non sanno cosa sia la Comunicazione Sociale. Perché? Perché in fondo interessa loro solo se si nominano parole magiche come Bio, Equo ecc.

I risultati dell’Indagine rispecchiano in modo chiaro il sentire comune: le persone comuni non sanno cosa sia la Comunicazione Sociale. Perché? Perché in fondo interessa loro solo se si nominano parole magiche come Bio, Equo ecc. Allora accade la trasformazione delle persone che mangiano sano, vestono solidale, comprano equo ecc. I temi sono però (anche) altri e di difficile diffusione. Quindi colpa delle agenzie di comunicazione se la gente non sa cosa sia la Comunicazione Sociale? Può darsi, non è da escludere. Occorre ripartire dall’assunto ‘non può sempre essere colpa degli altri’ e con moderazione farsene una ragione: l’impresa non deve pensare di fare più reddito se ‘parla’ di comunicazione sociale, ma deve imparare a farla come normale atteggiamento d’impresa moderna, le agenzie non devono presentarsi prone dall’impresa ed assecondare azioni e campagne di miserabile banalità, il consumatore deve imparare che oltre bio, equo e solidale esiste un altro mondo.

Enrico Anghilante 
Tutor del settore editoria online – More News

Potrebbero interessarti anche: