Osservatorio Unicom: la nuova rotta…di valore!

banner-2016-face

Appartenenza, curiosità, progetto, inclusione, rigore i cinque pilastri dell’operato del nuovo corso dell’Osservatorio Permanente di Unicom.

Con le elezioni del nuovo Consiglio Direttivo e la nomina a presidente di Alessandro Ubertis, nel mese di febbraio scorso, è partito anche il nuovo triennio dell’Osservatorio Permanente sui Cambiamenti della Comunicazione (OPCC)

NUOVI OBIETTIVI, NUOVE METODOLOGIE
Gli obiettivi del nuovo corso dell’OPCC sono caratterizzati dal rispetto di un manifesto valoriale in cinque punti, coerente al nuovo posizionamento dell’Associazione, che è alla base dell’approccio delle ricerche e guiderà l’operato dei prossimi anni:

1) “Sarei certo di cambiare la mia vita se potessi cominciare a dire noi.”
(Giorgio Gaber)

Lavorare insieme, lavorare per un obiettivo comune e per dare vero valore aggiunto all’Associazione. Questo è uno degli obiettivi principali del nuovo OPCC, stimolando il senso di appartenenza all’interno della community: ogni tutor, ogni agenzia, ogni singolo associato dovrà potersi considerare un attore protagonista di questo nuovo corso.
Perché si possa finalmente cominciare a dire noi.
Appartenenza: un Osservatorio che sia casa per ogni Associato.

2) “La mente non è un vaso da riempire, ma un fuoco da accendere.”
(Plutarco)
Stimolare la conoscenza dei principali trend di mercato, il confronto tra servizi tradizionali e servizi innovativi, la visione dei trend futuri del mercato della comunicazione.
Dati, studi, analisi, ma anche case studies, spunti, best practice segnalati dai Tutor dell’Osservatorio in qualità di esperti del proprio settore.
Per accendere curiosità e passione più che per spirito di nozionismo.
Curiosità: per avere occhi aperti e passione.

3) “Per realizzare grandi cose, non dobbiamo solo agire, ma anche sognare; non solo progettare ma anche credere.”
(Anatole France)
Gli obiettivi del nuovo corso sono importanti e ambiziosi, guidati dal desiderio di vedere un Osservatorio che sia davvero una risorsa importante per tutta l’Associazione.
Consapevoli che per riuscire a organizzare un lavoro di questo tipo occorra una visione chiara e definita, supportata da un approccio progettuale maturo e consapevole in grado di ridare centralità alla parola progetto.
Progetto: perché visione e organizzazione devono essere in grado di guidare il cambiamento.

4) “Il vero viaggio di scoperta non consiste nel trovare nuovi territori, ma nel possedere altri occhi, vedere l’universo attraverso gli occhi di un altro, di centinaia d’altri.”
(Marcel Proust)
Tutte le agenzie associate sono state da subito coinvolte in un percorso di inclusione delle proprie idee e necessità. Una parte del primo questionario, infatti, ha chiesto a ogni singolo associato di suggerire le tematiche secondo lui più interessanti per l’indagine dell’OPCC.
Inclusione: un Osservatorio che sia davvero partecipato.

5)“Ogni impedimento è distrutto dal rigore.”
(Leonardo da Vinci)
Rigore nelle scelte del nuovo metodo di lavoro e rigore nella raccolta dei dati necessari alla stesura dei report, per fornire uno strumento di lettura che possa essere utile, oltre che rappresentativo della realtà oggetto d’indagine.
Rigore: perché i risultati possano essere davvero uno strumento a vantaggio di tutti.

MERCATO, CASE STUDY, TREND : LE TEMATICHE  DI RICERCA
Il lavoro dell’Osservatorio, si snoda lungo tre direttrici di indagine principali, investigate secondo approcci di volta in volta differenti e tenendo fissi gli attori coinvolti in ogni passaggio.
Mercato: approccio di tipo analitico.
Come valutare l’offerta presente attualmente sulla tematica oggetto della ricerca? La stessa domanda è posta sia ad un panel di consumatori sia alle agenzie, per poter successivamente valutare la distanza di percezione esistente tra le agenzie e il mercato.
Case study: approccio di tipo analitico-sistemico
Fuori dal questionario, verrà chiesto ai Tutor di segnalare un caso studio virtuoso circa la tematica oggetto della survey; allo stesso modo,eventuali curiosità o eccellenze conosciute, potranno essere segnalate anche dal panel degli intervistasti.
Trend: approccio di tipo analitico-predittivo
Sia la survey sul panel sia le domande alle agenzie saranno analizzate in una fase conclusiva in grado di investigare circa la percezione sui trend relativi alla tematica in oggetto.

LE METODOLOGIE DEL LAVORO DELL’OSSERVATORIO
La struttura del lavoro dell’Osservatorio si organizza in 4 fasi distinte e successive, in grado di coinvolgere tutti gli attori dell’Osservatorio: panel, agenzie, Tutor, Comitato Scientifico, Comitato di Coordinamento.
Survey su panel di consumatori
Una prima parte del lavoro consiste nell’intervista a un panel di oltre 2000 persone, grazie all’ingresso in Unicom, della EMG-Acqua Group guidata da Fabrizio Masia, per identificare il sentiment circa la tematica selezionata (mercato).
Successivamente viene chiesto agli intervistati di indicare eventuali curiosità, casi studio o eccellenze a loro conosciute e riferibili alla tematica che il questionario sta investigando.
Infine, una serie di domande sui trend futuri che gli intervistati possono immaginare e suggerire (trend)
Survey sulle agenzie associate e sui Tutor
La stessa struttura ipotizzata per la survey sul panel dei consumatori, viene sottoposta anche alle agenzie associate Unicom allo scopo di evidenziare eventuali differenze dovute dalle peculiarità dei due campioni
Analisi dei casi studio proposti dai Tutor
Fuori dal questionario, ogni Tutor può segnalare un caso studio di particolare interesse inerente la tematica presa in esame
Report e sintesi
In chiusura viene proposto un report conclusivo di analisi di scenario, contenente i risultati del panel e delle agenzie, le conclusioni del Tutor e dei membri del Comitato Scientifico, le sintesi curate dal Comitato di Coordinamento.

IL PRIMO APPUNTAMENTO
Il sondaggio che è già stato condotto dall’istituto EMG – Acqua Group e che leggerete in esclusiva  sui prossimi numeri di questo magazine nella rubrica Unicom Academy ,riguarda la comunicazione politica in tutto il suo complesso, dai media al linguaggio, dalle strategie ai risultati.
Ogni 3 mesi, sui temi più sentiti, potrete seguire le analisi dell’OPCC sulle fasi di cambiamento del mercato della comunicazione.

Articolo a cura del Comitato di Coordinamento OPCC: Roberto Amarotto, Michele Cornetto, Andrea Lupo, Fabrizio Masia e Federico Rossi.

 

LA COMPOSIZIONE DELL’OSSERVATORIO UNICOM
I settori di attività e  i Tutor dell’Osservatorio sono:
- comunicazione politica – Dino Amenduni  – Proforma
- editoria online – Enrico Anghilante – More News
- retail – Davide Arduini – Acqua Group
- social media, mobile – Francesco Mazzo – Bamakò
- promotion – Gianluca Bovoli – Cherry Picker
- video e spot – Daniela Del Monte – Del Monte & Partner
- radio ed eventi musicali – Salvo Ferrara – FMedia
- marketing territoriale e made in Italy –  Francesco Ferro – Integra Solutions
- web marketing – Alberto Gaiga – Intesys
- eventi – Giuseppe Incarbona – Ironika
– sviluppo sostenibile, green economy e associazionismo internazionale – Erica Lo Buglio – Zelian
– PR, lobbing, fundraising e formazione– Maria Grazia Persico – MGP & Partners
– comunicazione business to business – Diego Illetterati – Aquattro
- ricerche e indagini di mercato – Rossella Tosto – Data Contact
- branding – Alessandro Ubertis – Carmi e Ubertis
- licensing, POP, nuove reti media – Loris Zanelli – PubliOne
Il gruppo di Tutor è supportato da un Comitato Scientifico, un team di esperti esterni all’Associazione, che dà il proprio contributo per analizzare i dati raccolti nei diversi settori d’attività e finalizzarne la divulgazione, individuando i trend del mercato:
- Alessandro Bianca – Docente presso le Università Ca’ Foscari di Venezia, Tor Vergarta di Roma, Politecnico di Milano – Marketing operativo, comunicazione integrata e promozione
- Daniela Brancati – Giornalista e scrittrice – Differenze di genere nella comunicazione
- Stefano Cristante – Docente di sociologia della Comunicazione all’Università del Salento – Presidente del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione – Formazione e analisi dellla comunicazione
- Armando Garosci – Direttore Largo Consumo – Sviluppo della comunicazione GDO, retail
- Massimo Giordani – Membro del comitato scientifico IRES Piemonte e Fondazione GTechnology, docente presso il Politecnico e l’Università degli Studi di Torino – New media e social networking
- Fiammetta Malagoli – Avvocato esperto nella comunicazione – Diritto e aspetti legali della comunicazione
- Lodovico Marenco – Formatore e giornalista – Sviluppo dell’e-commerce e delle strategie di vendita online
- Roberto Mirandola – Responsabile Didattica Master in Marketing e  Comunicazione, Sales Management  di Publitalia 80 – Alta Formazione nel marketing e comunicazione
- Luca Montani – Consulente sui valori della marca – Progetti speciali di branding per aziende profit e non profit
- Laura Rolle – Docente di semiotica presso l’Università di Torino – Formazione, linguaggi della comunicazione e trend marketing turistico
- Alessandro Santambrogio  Docente IULM, scrittore, consulente marketing – Strategie di content e comunicazione crossmediale
- Nino Santomartino – Membro del Consiglio Nazionale FOCSIV (Federazione Italiana Organizzazioni non Governative) e dell’Associazione delle ONG Italiane AOI – Marketing e Comunicazione Non Profit
- Michelangelo Tagliaferri – Fondazione Accademia della Comunicazione – Formazione e Trend della comunicazione
- Luciano Zanin – Presidente ASSIF (Associazione Nazionale Fundraiser) – Fundraising e comunicazione sociale
L’Osservatorio è diretto dal Comitato di Coordinamento composto da:

- Roberto Amarotto – Coordinatore – Creativa
- Michele Cornetto – Tembo
- Andrea Lupo – Zelian
- Fabrizio Masia – EMG – Acqua Group
- Federico Rossi – Sintesi Comunicazione

 

2 Commenti a “Osservatorio Unicom: la nuova rotta…di valore!”

  • Регистрация доменов [url=https://2dm.prohoster.info]покупка домена[/url]
    [url=https://2dm.prohoster.info]купить домен[/url]
    [url=https://2dm.prohoster.info]доменные имена[/url]
    [url=https://2dm.prohoster.info]доменное имя[/url]
    [url=https://2dm.prohoster.info]регистратор доменов[/url]
    – представляет собой занесение информации о домене и его администраторе в центральную базу данных с целью обеспечения уникальности использования домена, а также получения прав чтобы администрирование домена администратором. Священнодействие гармония регистрации домена считается оказанной с момента занесения информации в базу данных. Регистрация домена действует в ход одного возраст, считая с момента регистрации домена.

  • OpenVZ — действие [url=https://prohoster.info/vps/ssd-vps]аренда виртуального сервера[/url] технологии виртуализации для уровне операционной системы, которая базируется чтобы ядре Linux.
    OpenVZ позволяет для одном физическом сервере всовывать [url=https://prohoster.info/vps/ssd-vps]аренда виртуального сервера[/url] ряд изолированных копий операционной системы, называемых «виртуальные частные серверы» (Functioning Esoteric Servers, VPS) alias «виртуальные среды».
    Основные отличия OpenVZ через KVM заключается в композиция что ресурсы предоставленные сообразно тарифу дозволено расширить в какойнибудь момент без перезагрузки сервера, а беспричинно же, установк ОС (операционной системы) занимает меньше времени.

Lascia un Commento


8 − quattro =