Flash

Voce fuori dal coro. Un investimento strategico? Quello sull’intelligenza dei nuovi consumatori

In una fase in cui il punto sembra essere il cambiamento della percezione di sè da parte dei consumatori è possibile che scelte già affacciatesi negli scorsi decenni si rafforzino. È l’idea del green e della

18-banner-orizzontale-OPCC

In una fase in cui il punto sembra essere il cambiamento della percezione di sè da parte dei consumatori è possibile che scelte già affacciatesi negli scorsi decenni si rafforzino. È l’idea del green e della “salute pubblica”, cioè di tutto ciò che può essere associato al benessere sano (senza comportare uno spostamento verso il lusso o la semplice moda del naturale). Si tratta di un investimento strategico che ha bisogno di spalle larghe, ma che si può annusare anche nelle zone poco mediatizzate della socialità “impegnata”, come i Gas (gruppi di acquisto solidale). Intervenire in questi ambiti ridisegnando la figura del consumatore intelligente e separandola dal consumatore “minorotario” e un po’ fanatico è un’operazione di ampio respiro.

Stefano Cristante, membro del Comitato Scientifico OPCC
Docente di Sociologia della Comunicazione all’Università del Salento
Presidente corso di laurea in Scienze della Comunicazione
Formazione e analisi della comunicazione

Cristante
Stefano Cristante

Potrebbero interessarti anche: