Flash

Guru e puri

18-banner-orizzontale-OPCC
L’Osservatorio Permanente sui Cambiamenti della Comunicazione di Unicom cambia verso e predice il futuro, indagando su quali saranno le chiavi di volta per il 2015 della comunicazione.
È da qualche giorno uscita la quinta edizione dello speciale dell’OPCC: iniziamo sul nostro blog la pubblicazione delle risposte di tutor e comitato scientifico, a partire dall’editoriale di Roberto Amarotto, Vicepresidente Unicom e Responsabile Centro Studi e Opcc.

Parliamo di futuro

Con questo quinto special, l’Osservatorio Permanente sui Cambiamenti della Comunicazione di Unicom si misura con le previsioni sul futuro prossimo, un terreno “scivoloso” ma ricco di spunti. Lo fa con la consapevolezza dell’esperienza professionale sul campo del suo team di ricerca e non con la freddezza delle statistiche.
Il 2015 si avvicina e sappiamo che le sfide da affrontare saranno numerose e niente affatto banali: per questo abbiamo chiesto ai tutor e ai membri del comitato scientifico come prepararsi al meglio, attraverso quattro domande, una per ogni area di ricerca (professione, servizi, mercati e trend), mirate a individuare criticità e punti di forza di un sistema sempre più articolato e diversificato. Imprese di comunicazione di comprovata esperienza e giovani free lance emergenti, specialisti del web, degli eventi o delle P.R., strutture con supporti tecnologici diffusi e boutique creative o consulenziali: un comparto chiamato, quanto e più di altri, ad aggiornarsi costantemente per raggiungere un pubblico sempre più consapevole e critico.
La metodologia di questo slot è parzialmente cambiata, soprattutto per quanto riguarda la tipologia delle domande: quelle relative all’area professionale, a quella dei servizi e a quella dei mercati sono infatti state strutturate in modo da fornire una serie di opzioni da classificare in ordine di rilevanza, mentre si è scelto di lasciare aperta la domanda relativa ai trend, per permettere una riflessione più ampia e libera su un tema come la previsione sull’andamento della comunicazione nel 2015, tema vasto e impossibile da contenere in uno schema predefinito.
Dopo le profezie di Cassandra, le intuizioni di Jules Verne, le proiezioni di Orwell, proviamo anche noi a cimentarci con le visioni sul domani della nostra professione. Indosseremo momentaneamente i panni del Guru, ma con la semplicità e l’onestà di chi interpreta un mestiere tanto appassionante quanto complesso, giorno dopo giorno.

Roberto Amarotto
Vicepresidente Unicom, Responsabile Centro Studi Unicom e OPCC, Ceo di Creativa.

Roberto Amarotto
Roberto Amarotto

Potrebbero interessarti anche: