Successo del seminario Unicom su evoluzione e nuove opportunità di pianificazione tv

Martedì 23 aprile si è svolto il seminario di approfondimento sull’evoluzione e le nuove opportunità di pianificazione tv organizzato dal Centro Studi Unicom in collaborazione con Media Consultants. Quanti impossibilitati ad essere presenti in sala, hanno potuto seguire l’evento in diretta via streaming interagendo con i relatori tramite chat e via twitter su #unicommcs.
Donatella Consolandi, Presidente Unicom ha aperto i lavori prendendo spunto da un recente articolo apparso su il Foglio “La “vecchia” tv non è affatto morta (e chi lo dice non si sente tanto bene)” di Axel Fiacco, passando poi il testimone a Antonio Margoni, Presidente Media Consultants, che ha evidenziato come la televisione sia nata quale mezzo di massa, utile per raccontare prodotti. Oggi è però mutato lo scenario del mezzo, il metodo di fruizione, l’offerta commerciale e il metodo di pianificazione offrendo nuove opportunità di pianificazione ed utilizzo del medium.
E’ seguito l’intervento di Rodolfo Rotta, R&D Manager Media Consultants che ha illustrato il nuovo scenario di fruizione e pianificazione dei mezzi presentando i risultati di importanti ricerche che hanno definito il nuovo consumatore ed il modo di rapportarsi con i nuovi mezzi: il consumatore è oggi multiscreen, da ascoltatore è divenuto broadcaster generatore di contenuti. Il consumatore non si basa più su un solo media, ma continua a prediligere la tv non più solo generalista ma anche digitale e satellitare. Il panorama delle emittenti tv è estremamente variegato; 280 le tv monitorate da Auditel, 260 tra satellitari e tv sat, 80 le locali e 75 le digitali. Per orientarsi in questo complesso panorama, Media Consultants ha creato www.mediaclic.it, un innovativo strumento media, in grado di consentire veloci ed approfondite interrogazioni e analisi applicate al mondo dei mezzi di comunicazione. Ha fatto seguito la relazione di Nicola Polli, client service & training team leader Media Consultants che ha evidenziato che la tv non solo non è morta ma è in fase di crescita e di evoluzione; mentre le tv generaliste stanno perdendo terreno e avanzano prepotentemente le tv tematiche. Negli ultimi 4 anni Sky ha pubblicato 75 canali e sono nate ben 38 tv digitali. Una così ampia offerta può creare confusione in fase di pianificazione; è quindi importante contestualizzarle suddividendole per tematica. Molto di tendenza in questo periodo i docu-reality, i betting e le televendite (quali QVC e PokerItalia24) che, ognuno nella propria fascia oraria, registrano picchi d’ascolto. Polli ha infine evidenziato la forte sinergia esistente tra programmi televisivi ed internet.
Margoni ha poi tratto le conclusioni sottolineando come “questo futuro sia uno splendido e intrigante presente”.
Ampia la partecipazione al workshop, testimoniata dalle numerose domande pervenute anche via chat, tweeter ed e-mail.
A breve sarà fruibile nella parte riservata del sito Unicom  la videoregistrazione dell’intero seminario, mentre sono già  disponibili le slide presentate nel corso dell’incontro.

Da sx Nicola Polli, Rodolfo Rotta, Donatella Consolandi e Antonio Margoni

Da sx Nicola Polli, Rodolfo Rotta, Donatella Consolandi e Antonio Margoni

I relatori al workshop Unicom riceve le U di Chiara Tesser artista di Art Gallery, Associazione culturale no profit presieduta da Angela D’Amelio

I relatori ricevono le “U”, opere d’arte che rappresentano l’espressione creativa
della lettera iniziale della nostra Associazione. Si tratta di pezzi unici
realizzati da Chiara Tesser artista di Art Gallery

2 Commenti a “Successo del seminario Unicom su evoluzione e nuove opportunità di pianificazione tv”