Flash

8 Marzo Festa Internazionale della Donna

La rappresentazione dell’immagine femminile in modo rispettoso della dignità delle donne contro i persistenti stereotipi di genere è un tema particolarmente sentito dalla nostra Associazione che, oltre ad aver dedicato uno specifico seminario sull’argomento, ha visto il Presidente Donatella Consolandi tra i protagonisti del Convegno promosso dal CUG del Ministero dello Sviluppo Economico. Nel suo intervento il Presidente ha ricordato che pur vivendo in un contesto sociale dove la parità di genere sembra essere stata raggiunta, appena si approfondisce il tema si scopre purtroppo che la realtà è ben diversa: la scolarità femminile ed il conseguente successo scolastico sono una conferma condivisa, ma la partecipazione alla forza lavoro delle donne in Italia è tra le più basse dei Paesi Ocse e la più bassa in Europa. Questa triste disparità è specchio di una mentalità diffusa in cui la donna è ancora un passo indietro rispetto all’uomo.
Ed anche la pubblicità non si esime dal cadere in questo meschino tranello e in alcuni casi, non tutti fortunatamente, segue la strada più breve, più facile per attirare semplicemente l’attenzione e far parlare, non del prodotto in sé, ma di quello che vi sta intorno. Tutte le relazioni integrali del convegno sonodisponibili online su www.sviluppoeconomico.gov.it

Convegno Rappresentazione donne nei media e pubblicitàRappresentazione donne nei media e pubblicitàRappresentazione donne nei media e pubblicità.1

Ulteriore conferma dell’impegno di Unicom sul tema è la sottoscrizione della “dichiarazione d’intenti sull’immagine femminile nella comunicazione mediatica, nel marketing e nell’advertising”. La firma è avvenuta lo scorso 1° Marzo presso la prestigiosa sede di Palazzo Marino a Milano, alla presenza del Sindaco Giuliano Pisapia in occasione del “Premio Immagini Amiche” presieduto dalla giornalista Daniela Brancati. Il documento – sottoscritto da Unicom, Federpubblicità, Adci e Tp, impegna i professionisti della comunicazione pubblicitaria ad esercitare una creatività responsabile e rispettosa evitando l’utilizzo di immagini e situazioni stereotipate e offensive della dignità delle donne.
Il documento è stato consegnato al Sindaco di Milano che lo custodirà insieme all’alto valore simbolico e concreto che esso esprime confermando il suo impegno costante di “controllore severo” della correttezza dei messaggi pubblicitari.
da sx Daniela Brancati, Donatella Consolandi, Nevio Ronconi, Biagio Vanacore e Annamaria TestaConsegna del documento al Sindaco di Milano Giuliano PisapiaIl Sindaco Giuliano Pisapia e le Associazioni firmatarie del documento

Potrebbero interessarti anche: