Flash

Come sfruttare al meglio lo spazio negativo per realizzare progetti minimalisti

Il designer spesso si imbatte nello spazio negativo (o “spazio bianco”) come segno di un disegno incompleto o spazio da colmare di un determinato elemento. Sebbene lo spazio negativo sia di per sé vuoto, può rafforzare un senso di semplicità nel design. Sia che si stia creando un logo, un volantino o un sito web, lo spazio negativo contribuisce a creare un equilibrio armonioso all’interno del progetto ed evita che un progetto sia troppo disordinato. Molti evitano lo spazio negativo perché in realtà non hanno idee di come “riempirlo” anche se può rendere i progetti molto più professionali se utilizzato con cautela: l’eccesso può far risultare il progetto approssimativo. Designfestival fornisce alcuni suggerimenti sull’utilizzo.

Pianificare. Pianificare lo spazio negativo è importante. Si deve assegnare un quadrato o un rettangolo per ogni elemento di design, invece di disegnare tutto l’insieme. E’ così possibile vedere quanto spazio ci sarà nella progettazione delineando il posizionamento ed organizzando gli elementi di design in modo coeso. Evitare di riempire tutto lo spazio bianco con informazioni, logo o disegni ed assicurasi di dare po’di respiro ad ogni elemento. Se si sta progettando per un prodotto, dare il posizionamento più centrale quale punto focale del progetto.

Questo logo ha una rara combinazione di semplicità e bravura. L'idraulico è in possesso di un pistone, che è composto interamente in uno spazio bianco. (da Astuteo )

Semplicità. Il design minimalista è diventato sempre più popolare nel corso degli anni e in gran parte ha a che fare con la chiarezza fornita tramite disegni semplici. Il design minimalista utilizza lo spazio negativo al massimo quando si tratta di web design e logo. Un ottimo modo per realizzare il design minimale è eliminare dal progetto gli elementi superflui. In mancanza di dettagli complicati si può ricorrere ad uno sfondo colorato.

Il logo offre un altro uso creativo dello spazio bianco (o, in questo caso, lo spazio nero). (da Peter Vasvari )

Separare. Lo spazio negativo è un grande elemento da utilizzare come separatore, perché crea automaticamente il bilanciamento all’interno del progetto. Indipendentemente dal fatto che il progetto utilizzi uno sfondo colorato o meno, nello spazio vuoto sarà facile separare le informazioni non correlate o la grafica. Esso non solo agisce come separatore, ma sottolinea anche i pochi elementi inseriti e li fa risaltare dallo sfondo.

Il logo è una semplice minuscola “e”, ma in realtà mostra una proboscide di un elefante fatto di spazio negativo, che ribadisce il gioco di parole all’interno del brand. (da Logomotive )
Dimensione. Gli elementi non sempre devono essere di uguali dimensioni o godere di pari quantità di spazio bianco, ma una qualsiasi di queste asimmetrie o squilibri devono essere meditatamente e volutamente scelti. Elementi della stessa dimensione, equidistanti sono in grado di trasmettere forza e quiete, mentre le disuguaglianze nello spazio bianco o nelle dimensioni possono suggerire movimento o energia.

Potrebbero interessarti anche: